Biologico, un’iniziativa per trovare terreni privati da trasformare

Sta aumentando l’interesse e la richiesta di coltivazioni biologiche  e la Segreteria al Territorio ha lanciato un nuovo bando, che punta a trovare terreni agricoli di proprietà privata su cui avviare la conversione rispetto all’agricoltura convenzionale.

“In seguito al bando che abbiamo pubblicato l’anno scorso, in cui abbiamo messo a disposizione terreni pubblici per 50 ettari agli agricoltori – spiega il Segretario al Territorio, Stefano Canti – questo secondo avviso mira a individuare la disponibilità di terreni privati, che saranno successivamente affittati agli agricoltori per sviluppare il progetto di Agricoltura biologica nella Repubblica di San Marino.”

Il bando – con scadenza alla fine di aprile (ore 13.00 del 30 aprile) – è disponibile sul portale dei Servizi della Pubblica Amministrazione (www.gov.sm), dove saranno fornite risposte a eventuali domande, da inviare all’Ugraa (info.ugraa@pa.sm). Sono accettati privati, proprietari o usufruttuari di terreni con destinazione agricola, incolti, abbandonati o che necessitano di ristrutturazione. Proprio la Segreteria al Territorio evidenzia la dimensione del settore: oltre il 20% della superficie coltivata opera in regime biologico, 500 ettari su un totale di 2500.

“C’è richiesta – continua Canti – ed è fondamentale valorizzare le nostre caratteristiche e i nostri prodotti tipici, poiché il nostro territorio potrebbe diventare il primo Paese biologico. Spero che anche i cittadini rispondano a questo avviso mettendo a disposizione della Eccellentissima Camera i loro terreni incolti, proprio per supportare questo importante progetto“.

Viene sottolineata l’attenzione alla salvaguardia dell’ambiente: tra i requisiti, c’è la necessità di dedicare il 20% del terreno a diversi tipi di fiori per favorire l’impollinazione a tutela delle api, preservando la biodiversità; così come la realizzazione di laghetti per garantire acqua agli animali durante i periodi di siccità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

CGG: approvato il decreto che regola le attività economiche

Next Article
covid

Quattro anni dopo il lockdown nessun caso di COVID-19 a San Marino

Related Posts
Total
0
Share