Rimini, nel 2023 sei misure restrittive contro la mafia

Nella provincia di Rimini nel 2023 sono state adottate sei misure restrittive contro la mafia. Il dato è stato comunicato dalla Prefettura che ha redatto il resoconto dell’attività delle forze dell’ordine pubblico in provincia nel 2023. Nella zona di Rimini in un anno sono stati effettuati 259.831 controlli, 17.737 segnalazioni, in incremento rispetto alle 16.666 del 2022, 715 arresti mentre l’anno precedente erano 709.

Riguardo alle misure amministrative, l’anno appena trascorso ha registrato una diminuzione rispetto al 2022, passando dai 9.735 agli 8.640, nonostante il raddoppio degli importi contestati per sanzioni/ammende legate al regolare svolgimento del rapporto di lavoro.

Per quanto riguarda, invece, i servizi che hanno coinvolto il mare e il tratto costiero di competenza, la Capitaneria di Porto e il Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza, hanno complessivamente utilizzato 530 pattuglie in 6.486 controlli nel 2023, mentre nel 2022 avevano utilizzato 494 pattuglie ed effettuato 6.269 controlli. Diminuite le segnalazioni, passate da 35 del 2022 alle 28 del 2023 e significativo è l’aumento delle misure amministrative da 525 del 2022 a 750 del 2023.

Il prefetto Rosa Maria Padovano ha quindi espresso gratitudine a tutte le Forze dell’Ordine per i risultati ottenuti e per l’impegno evidente dai dati riportati, facendo il massimo sforzo per un servizio sempre più vicino ai cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Mattia Beccari, si parte per i Giochi Olimpici Invernali Giovanili

Next Article

Denatalità a San Marino, per il CSdL servono indennità e sicurezze lavorative

Related Posts
Total
0
Share