Schianto fatale sull’Adriatica: il 24enne sammarinese indagato per omicidio stradale

Mentre la scuola frequentata dal 18enne sammarinese Simone De Luigi si stringe al dolore della famiglia dopo lo schianto fatale, continuano le indagini della Procura.

“La direzione, gli insegnanti e tutto il personale della Scuola Secondaria Superiore desiderano esprimere la loro vicinanza alle famiglie dei due alunni coinvolti nel drammatico incidente di domenica scorsa”.

Inizia così il messaggio di cordoglio di preside, vicepreside, insegnanti, personale di segreteria e di tutto il personale non docente della Scuola Secondaria Superiore, dopo la tragedia in cui ha perso la vita lo studente e giovane promessa del tennis, il 18enne Simone De Luigi, vittima di un incidente avvenuto domenica scorsa a Viserba. 

“Non ci sono parole per esprimere il dolore provocato in noi dalla notizia che un nostro carissimo alunno, che avremmo accompagnato nell’ultimo anno del suo percorso liceale, non sarà più tra i banchi, alla riapertura della scuola ormai imminente. Le nostre più profonde e sentite condoglianze vanno quindi ai suoi genitori, alla sua famiglia, ai suoi amici e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene. Così come non possiamo non esprimere la nostra vicinanza alla giovane alunna che, a quanto ci è dato sapere, sta ancora lottando per uscire dal pericolo. Col pensiero e col cuore siamo accanto a lei, in questa sua battaglia, e a tutta la sua famiglia, condividendo l’attesa di tanto auspicate buone notizie. La scuola è una comunità di sapere, conoscenza e crescita, ma anche di affetti indelebili, che si consolidano tra i banchi e che per molti restano forti per tutta la vita. Ci stringiamo dunque ai familiari, a tutti i nostri studenti e all’intera comunità in questi terribili giorni di cordoglio collettivo”.

Intanto il sostituto procuratore di Rimini Luigi Sgambati ha aperto un fascicolo per cui il 24 enne, anch’egli sammarinese, alla guida della Mini che ha travolto la moto, è indagato per omicidio stradale e lesioni gravissime. Non ritirata, invece, la patente.

Disposto, come da prassi, il sequestro dei mezzi coinvolti nel sinistro. Il conducente della Mini e le due amiche che erano con lui nella vettura sono stati sentiti dalla Polizia Stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Anche un sammarinese candidato per le politiche del 25 settembre: Elia Rossi

Next Article

Procedura pubblica per assunzione dirigente ufficio del registro  - Tutte le info

Related Posts
Total
0
Share