Influenza, è allarme: “E’ tornata ed è aggressiva”. Il 14 open day vaccino

Influenza, l’allarme: “È tornata ed è molto aggressiva”. Il primario di Pediatria: “Può provocare tosse, disturbi gastrointestinali e febbre alta”

“Per due anni ci eravamo dimenticati del virus dell’influenza. Adesso, invece, siamo tornati a farci i conti”.

Lancia l’allarme “febbre alta”, Laura Viola, primario di Pediatria all’ospedale di San Marino. E lo fa sulla base di dati che preoccupano, per numero, ma non per le conseguenze che scaturiscono.

Spiega la Viola: “Tra visite fatte e casi di influenza accertati, siamo su una media di uno su due. Anzi anche qualcosa di più della metà. E questo ci costringe a tenere la guardia molto alta. Nel contempo, però, e questo ci tranquillizza, non ci sono ancora casi di ricoveri in ospedale di bambini”. Va, però, considerato un aspetto: il picco non è stato ancora raggiunto. “Credo che lo toccheremo a fine dicembre, tra Natale e Capodanno”, avverte la Viola. 

“Sta per terminare la possibilità per effettuare la vaccinazione antinfluenzale”.

Lo annuncia l’Istituto per la sicurezza sociale di San Marino, sottolineando in un comunicato che “l’influenza è una malattia respiratoria acuta causata da virus: la maggior parte delle persone guarisce senza richiedere cure mediche e nelle persone senza particolari problemi di salute raramente dà luogo a complicazioni, ma in alcuni casi possono verificarsi complicanze anche molto gravi, soprattutto nelle persone ad alto rischio; a questi rischi, da tre inverni si aggiunge quello legato al virus Sars-CoV-2 e successive varianti”.

L’ondata di influenza “è già in corso, e sono diversi i casi di infezione registrati anche a San Marino, mentre in Italia, il trend è in aumento con una incidenza pari a 40,8 casi per mille assistiti”.

Per rendere efficace la protezione contro l’infezione, “è quindi più che opportuno affrettarsi nel prenotare la vaccinazione”: l’Istituto per la sicurezza sociale, infatti, “ha prorogato la possibilità di vaccinarsi estendendo la possibilità anche in alcune giornate di dicembre”.

Per facilitare la vaccinazione, “è stata organizzata una ulteriore giornata extra di somministrazioni, in programma mercoledì 14 dicembre al Punto Vaccini dell’Ospedale di Stato“.

Durante tale giornata, “le somministrazioni dei vaccini, saranno eseguite sia al mattino, sia durante le prime ore del pomeriggio”.

Per usufruire di quest’ultima occasione per ricevere il vaccino antinfluenzale, “occorre prenotarsi telefonando al Cup al numero 0549-994889, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18”.

La  vaccinazione antinfluenzale “rappresenta una importante iniziativa di salute pubblica a cui l’Iss dedica da sempre molta attenzione”. E che “è fortemente raccomandata a sanitari, forze dell’ordine e alle persone con particolari fragilità, come i pazienti affetti da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio, dell’apparato cardiocircolatorio, da diabete e da altre malattie metaboliche, malattie renali, tumori, malattie congenite o acquisite che abbassino le difese immunitarie, malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, malattie neuromuscolari, patologie croniche del fegato e anche per i familiari e contatti di persone ad alto rischio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Commissione sanità, “Iss ha un debito di 62 milioni di euro”

Next Article
covid

Covid, 34 contagi in una settimana

Related Posts
Total
0
Share