I 100 anni della stazione meteorologica di San Marino

L’ultima decade è stata le più calda di sempre. I prossimi 7 anni si preannunciano ancora più gravi. Per questo è cruciale avere informazioni meteorologiche per analizzare i fenomeni e fare previsioni in ottica preventiva. San Marino festeggia il centenario delle sue rilevazioni: un anniversario che coincide con la proposta della stazione meteorologica del Titano all’Onu, per l’inserimento nel registro dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale come struttura centenaria. A questo scopo il Congresso di Stato ha istituito un comitato dedicato, accolto in udienza dai Capitani Reggenti, Filippo Tamagnini e Gaetano Troina. “Con l’iscrizione della nostra stazione nel registro dell’Onu – spiega Andrea Belluzzi, segretario di Stato con delega alla Ricerca Scientifica – potremo condividere con la comunità scientifica internazionale i nostri dati”. Quindi, il lavoro svolto dalla stazione sammarinese è di vitale importanza, ora celebrata con una targa commemorativa per il centenario. “Le osservazioni meteorologiche sono essenziali per valutare gli impatti ambientali – sottolinea la Reggenza -. Il cambiamento climatico non aspetta e non si ferma”. “Abbiamo una raccolta di dati costante e significativa – afferma Cristiano Guerra, membro del Gruppo di lavoro per la candidatura all’Onu – provenienti da una posizione di rilievo in termini territoriali”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

San Marino istituisce nuove norme contro abusi su minori e molestie sessuali

Next Article

Alluminio Sammarinese: lavoratori ancora in attesa di pagamenti

Related Posts
Total
0
Share