Correntisti ex Bns, nasce il comitato – “Vogliamo rientrare in possesso dei nostri risparmi” 

La liquidazione di Banca Cis a San Marino continua a far discutere e creare malumori tra i cittadini.

Thomas Biagi annuncia infatti con una nota la costituzione del Comitato Correntisti Sammarinesi.

“A seguito della liquidazione di Banca CIS lo Stato si era impegnato a tutelare i risparmiatori garantendo la restituzione delle somme per importi superiori a 100.000 euro, nel frattempo convertite in obbligazioni emesse da “BNS” Banca Nazionale Sammarinese, entro il 22 luglio del 2022. Con l’assestamento di bilancio approvato con la legge n. 94 del 2022 gli ex correntisti CIS, dopo oltre 3 anni di paziente e responsabile attesa, si sono visti sfumare la possibilità di recuperare i loro risparmi, in molti casi frutto di una vita di lavoro e sacrifici. Come noto, infatti, è stato previsto che le obbligazioni BNS vengano convertite in titoli di Stato ad un tasso di remunerazione dell’ 1% annuale ed aventi scadenza a luglio del 2032. Dopo 3 anni di attesa si obbliga chi chiede solo di rientrare in possesso dei propri risparmi di attendere ulteriori 10 anni compromettendo progetti, aspettative e serenità familiare. L’iniziativa normativa è stata da più parti presentata come funzionale proprio a tutelare gli interessi dei risparmiatori che potrebbero utilizzare uno strumento più agile e più snello – in quanto potenzialmente oggetto di cessione nel mercato secondario – e più remunerativo avendo un tasso di interesse maggiore di quello previsto per le obbligazioni BNS. Giustificazioni che non convincono gli ex correntisti CIS nè nel metodo – non essendo in alcun modo state coinvolte le “vittime” che a parole si dice di voler tutelare – nè nel merito – considerato che spostare di ben 10 anni il rientro delle disponibilità ad un tasso dell’ 1% quando l’inflazione galoppa verso le due cifre garantisce senza dubbio il bilancio dello Stato ma non certo i risparmiatori incolpevoli.

Per iniziativa di molti ex correntisti CIS è stato quindi costituito un comitato di cittadini denominato “Comitato Correntisti Sammarinesi”- presieduto da Thomas Biagi – teso ad unire le forze per coordinare le iniziative di natura legale e di confronto con le istituzioni governative e di controllo che possano consentire di far fronte alle criticità emerse a seguito degli ultimi provvedimenti normativi che sono stati un fulmine a ciel sereno per le aspettative dei risparmiatori. L’auspicio è che tutti coloro che si trovano nella medesima situazione di difficoltà si uniscano a questa iniziativa tesa esclusivamente ad individuare e perseguire soluzioni di interesse per i cittadini e risparmiatori, senza fare sconti ma senza alcuna volontà di strumentalizzazione”.

Biagi invita gli interessati a scrivere a thomasbiagi@hotmail.it oppure ad entrare nel gruppo Telegram https://t.me/comitatocorrentistirsm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

L’inno fair play del CNSFP presentato in anteprima mondiale

Next Article

San Marino. La delegazione del Comitato di Bioetica in trasferta a Parigi 

Related Posts
Total
0
Share