Aumento delle donazioni di organi e tessuti nella sanità romagnola

Numeri positivi per le donazioni di organi e tessuti nell’Azienda sanitaria della Romagna che raggiunge risultati eccellenti. Nell’anno appena trascorso, sono stati 54 i donatori che hanno permesso il prelevamento e il trapianto di 116 organi. Anche la donazione di tessuti ha segnato una notevole crescita: se ne sono registrate 352 in totale.

Analizzando i 116 prelievi complessivi, 62 sono stati eseguiti all’ospedale Bufalini di Cesena, 20 all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, 18 all’ospedale Infermi di Rimini, 13 all’ospedale Morgagni – Pierantoni di Forlì, due all’ospedale Ceccarini di Riccione e 1 all’ospedale degli Infermi di Faenza. L’organo più prelevato è stato il fegato: in totale si contano 52 interventi. Vengono poi i reni, con 47 prelievi, il cuore (11), e i polmoni (6).

Una novità è giunta dall’ospedale di Riccione, dove, per la prima volta, ci sono stati i primi casi di prelievi, grazie a due donatori che hanno permesso il prelevamento e il successivo trapianto di due organi. Riguardo alle condivisioni di tessuti, numeri molto alti si sono registrati soprattutto per quanto riguarda il prelevamento di cornee, che nel futuro prossimo hanno raggiunto per la prima volta un numero di donatori superiore a 300, con un aumento di quasi 100 donatori rispetto al 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Eventi per la commemorazione della Giornata della Memoria

Next Article

Cambio al vertice del Cdls: Milena Frulli sostituisce Montanari nel ruolo di Segretario generale

Related Posts
Total
0
Share